Login / Register | Via Monte Nero 12/2 33033 Codroipo (UD)   +39 349 326 7671 Contattami su Skype
Address

Via Monte Nero 12/2 33033 Codroipo (UD) +39 349 326 7671

Open Hours

Sport e vita privata entrano a pieno titolo nel curriculum vitae

GDPR UE 2016/679

GDPR UE 2016/679

Scopri se sei in regola con il nuovo Regolamento Privacy GDPR UE 2016/679!
ACCEDI SUBITO AL QUIZ!

TI RICORDIAMO CHE L’ADEGUAMENTO AL GDPR È OBBLIGATORIO

Newsletter
Iscriviti alla Newsletter
Diversità

Diversità

E’ il titolo di un articolo che ho trovato sul sole 24 ore dove, a parte alcuni consigli pratici ormai più che conosciuti, il giornalista invita ad inserire anche spaccati della propria vita personale (sport, tempo libero) che dimostrino con i fatti attitudini esprimibili anche sul posto di lavoro. Una personale opinione su questi suggerimenti ce l’ho, ma vorrei sentire cosa ne pensano i recruiter, gli HR manager e gli uomini d’azienda che ricevono i CV. Queste informazioni potrebbero essere determinanti nella scelta del candidato? A mio avviso assolutamente no per due motivi principali:

  1. si credeva che a sport di squadra corrispondesse la capacità di lavorare in team e che sport di contatto (arti marziali) fossero sinonimo di violenza. Niente di più sbagliato, in entrambi i casi;
  2. non sai mai come viene preso lo sport che pratichi dal selezionatore o dal titolare d’impresa. Fare sport a libello agonistico, ma anche a livello amatoriale con una certa frequenza, può significare assenza per gare o per infortunio in gara. Da questo punto di vista neppure gli scacchi sono da menzionare;

Dall’altra parte mi interessa anche la versione di chi risponde agli annunci. Se non lo avete già fatto, sareste disponibili ad inserire queste informazioni nel vostro CV?

 

Piero Vigutto

Licenza Creative Commons

Like & Share:

Leave a Reply

error: Il contenuto di questa pagina è protetto!