Login / Register | Via Monte Nero 12/2 33033 Codroipo (UD)   +39 349 326 7671 Contattami su Skype
Address

Via Monte Nero 12/2 33033 Codroipo (UD) +39 349 326 7671

Open Hours

Simone, ripulisce gli oceani e crea costumi da bagno

GDPR UE 2016/679

GDPR UE 2016/679

Scopri se sei in regola con il nuovo Regolamento Privacy GDPR UE 2016/679!
ACCEDI SUBITO AL QUIZ!

TI RICORDIAMO CHE L’ADEGUAMENTO AL GDPR È OBBLIGATORIO

Newsletter
Iscriviti alla Newsletter

Laureato in Ingegneria Gestionale. 10+ anni di esperienza nel mondo del Fashion and Luxury, in aziende come Diesel, Guess e Bally. Esperto di business development, gestioni di reti commerciali internazionali e branding. Nel 2019, assieme all’amico Alberto Bressan, fonda Soseaty Collective, dando vita al loro primo brand di beachwear sostenibile, SEAY, ideando un rivoluzionario modello di economia circolare.

Soseaty Collective / SEAY è una start up innovativa e una società benefit nata nel 2019 dall’idea di Alberto Bressan e Simone Scodellaro, con l’obiettivo di contribuire attivamente allo sviluppo di un sistema moda ad impatto ambientale ridotto.

SEAY disegna, produce e distribuisce collezione di beachwear e abbigliamento sostenibile impiegando materiali certificati, una catena di approvvigionamento corta ed un piano di marketing che incentiva la sensibilizzazione ambientale dei consumatori.

I costumi da uomo sono prodotti con poliestere 100% riciclato ossia rigenerato da plastica post-consumo e da detriti plastici recuperati in mare mentre i costumi donna sono prodotti in poliammide al 65% riciclata utilizzando vecchie reti da pesca recuperate nel mediterraneo. Le t-shirts e le felpe sono in 100% cotone organico certificato GOTS (global organic textile standard), ovvero non è geneticamente modificato ed è coltivato senza l’uso di fertilizzanti o pesticidi.

I capi vengono spediti in packaging organici e compostabili, attraverso un flusso logistico denominato Carbon Neutral, ossia per ogni Kg di Co2 generato, il fornitore di servizi logistici si impegna a ridurre della stessa quantità la Co2 in business nei quali sia possibile farlo.

Secondo uno studio pubblicato da WRAP nel 2014, estendendo di 9 mesi il ciclo di vita degli indumenti già in nostro possesso, possiamo contribuire alla riduzione dell’impronta ambientale del nostro guardaroba del 30% circa in termini di emissioni di Co2, consumo d’acqua e produzione di rifiuti.

Con questo obiettivo, SEAY ha messo a punto un sistema economico circolare chiuso denominato Re3: Re-Sell / Re-Use / Re-Generate.

Re3 è il primo Modello di economia circolare italiano che permette di tracciare ogni singolo capo usato garantendo la completa trasparenza ed il pieno rispetto della normativa sui rifiuti.

Grazie al Modello Re3, chiunque acquisti un prodotto SEAY può restituire un capo usato ricevendo un “green bonus” pari al 20% del valore dell’acquisto.

Il capo usato restituito, a seconda delle condizioni estetiche e funzionali, verrà selezionato e igienizzato da una cooperativa partner per la rivendita (Re-Sell) presso i propri negozi “second hand” o per la donazione (Re-Use) a persone in difficoltà, in accordo con i servizi sociali.

Altrimenti verrà trattato da un fornitore partner per farlo diventare filato rigenerato (Re-Generate) da impiegare nuovamente nella produzione di abbigliamento.

Il team impiegato nello sviluppo del Modello sta implementando un’innovativa interfaccia digitale che traccerà ogni singolo capo usato tramite un QR code univoco. In questo modo, il cliente potrà “seguire” per la prima volta i suoi indumenti usati e sapere se sono stati riutilizzati o rigenerati.

Per capire meglio il mondo delle aziende sostenibili,Simone ci ha suggerito due libri:

Let my people go surfing. La filosofia di un imprenditore ribelle e Start Something That Matters

Piero Vigutto

Licenza Creative Commons

La tua opinione è importante, lascia un commento qui sotto o una valutazione a questo articolo oppure contattami alla mia mail. Grazie

Like & Share:

Leave a Reply