Login / Register | Via Monte Nero 12/2 33033 Codroipo (UD)   +39 349 326 7671 Contattami su Skype
Address

Via Monte Nero 12/2 33033 Codroipo (UD) +39 349 326 7671

Open Hours

Colpo de Mona

GDPR UE 2016/679

GDPR UE 2016/679

Scopri se sei in regola con il nuovo Regolamento Privacy GDPR UE 2016/679!
ACCEDI SUBITO AL QUIZ!

TI RICORDIAMO CHE L’ADEGUAMENTO AL GDPR È OBBLIGATORIO

Newsletter
Iscriviti alla Newsletter

“Colpo de Mona” l’interessante convegno di Unindustria Pordenone che ha dato una visione diversa al concetto di sicurezza ed expertise

In dialetto veneto, la parola “Mona” è sinonimo di persona stupida, che non possiede capacità cognitive adeguate a sostenere il confronto con gli altri o l’ambiente che lo circonda. La condizione di “Mona” può essere anche passeggera e quindi tutti quanti possiamo viverla. Si dice infatti di coloro che, pur esprimendo un certo expertise, compiono azioni sciocche ed incomprensibili proprio perché derivanti da un soggetto esperto, è questo il caso del “Colpo de Mona”.

Ma perché oggi siamo qui a parlare di questo che sembra un argomento tanto lontano da quelli fin ora trattati in questo blog? Perché “Colpo de Mona” è il titolo di un convegno che si terrà nella sede di Confindustria di Pordenone il 5 aprile 2016 che dalle ore 14.00 in poi, tratterà un argomento assai importante, quello della sicurezza del personale.

L’incontro, il cui titolo completo è “Il colpo de Mona nell’infortunio: dalla psicologia sperimentale alla pratica in fabbrica e in cantiere” , vedrà impegnati il professore Paolo Legrenzi, professore emerito di Psicologia Università di Venezia Ca’Foscari e il professor Renato Pilutti consulente di direzione HR e Ph. D. in Teologia. Modererà l’evento il perito industriale Vigilio Piccolotto. Un evento interessante che pone l’accento su un argomento importante, che, al di là della giurisprudenza, gli psicologi continuano a studiare trovando sempre nuovi spunti di riflessione.

Il convegno anticipa l’argomento della percezione del rischio da parte dei lavoratori, analisi importante della condizione di pericolo che ognuno di noi dovrebbe compiere prima di effettuare qualunque azione ma che, per schemi mentali precostituiti o per bias di ragionamento, non compiamo o compiamo in maniera errata. Infatti la percezione del rischio è qualcosa che anticipa il pericolo. Nella parola “percezione” sono infatti insite due azioni, una di “misurazione” del rischio, come abbiamo detto, e l’altra di valutazione soggettiva che, per definizione, non è prevedibile perché si basa su capacità di analisi, pregresse esperienze, formazione, conoscenze, capacità di soluzione della problematica, che sono tutte variabili soggettive a cui la formazione com’è stata concepita fino ad ora, offre soluzioni solo parziali e non ci mette al riparo dal “Colpo de Mona”. Quando un individuo si trova in tale circostanza, potrebbe accadere che le sue capacità di giudizio possano essere offuscate dalla percezione individuale che ha del rischio. Le lacune nelle informazioni portano l’essere umano ad utilizzare euristiche di giudizio e quindi ad essere più portati a fare degli errori sistematici. Quindi l’abitudine alla valutazione e la familiarità con una certa condizione rischiosa, favorisce gli esperti nei processi decisionali in condizioni di pericolo. Tuttavia non garantisce la completa assenza del “Colpo de Mona”.

Se neppure gli esperti sono completamente scevri dal “Colpo de Mona”, come Direzione Risorse Umane cosa possiamo fare ancora per abbassare ulteriormente gli incidenti sul posto di lavoro? Gli studi degli psicologi hanno fatto grandi passi verso una possibile soluzione e durante l’incontro in Confindustria, avremo modo di ricevere maggiori ragguagli in merito a questo spinoso argomento.

L’evento si prevede molto animato, denso di contenuti e spunti di riflessione.

Piero Vigutto

La tua opinione ci interessa. Ora puoi commentare l’articolo direttamente su questo blog o suggerirci gli argomenti che vuoi approfondire!

Se questo articolo ti è piaciuto allora vorrai leggere anche:

Sicurezza e percezione del rischio

Licenza Creative Commons

Leave a Reply

error: Il contenuto di questa pagina è protetto!