Login / Register | Via Monte Nero 12/2 33033 Codroipo (UD)   +39 349 326 7671 Contattami su Skype
Address

Via Monte Nero 12/2 33033 Codroipo (UD) +39 349 326 7671

Open Hours

Il futuro della gestione delle Risorse Umane 

GDPR UE 2016/679

GDPR UE 2016/679

Scopri se sei in regola con il nuovo Regolamento Privacy GDPR UE 2016/679!
ACCEDI SUBITO AL QUIZ!

TI RICORDIAMO CHE L’ADEGUAMENTO AL GDPR È OBBLIGATORIO

Newsletter
Iscriviti alla Newsletter

Dove sta andando la gestione del personale? Quali saranno gli strumenti del futuro? Abbiamo raccolto per voi alcuni in questo articolo i dati sugli attuali trend delle aziende

Dove stanno andando i servizi per la gestione delle risorse umane? Chiedi a chiunque se ne occupi direttamente e ti dirà: verso il Cloud. Il moto verso l’esternalizzazione del servizio non è di certo una novità, ma quello a cui si sta assistendo in questo periodo è un sensibile quanto interessante cambio di tendenza.

Lo spostamento dai servizi in house a quelli in outsourcing, non coinvolge solo le società di consulenza che cercano di essere snelle per rispondere in qualunque momento alle esigenze del cliente, ma viene seguito dalle stesse aziende manifatturiere, che cercano di liberarsi dai vincoli imposti dai prodotti informatiche installati sui server aziendali. Parliamo di nuovo di azienda liquida.

cloud

Il movimento verso il Cloud non attrae solamente providers storici con quote di mercato considerevoli e consolidate, ma, essendo richiesti sempre di più dalle PMI, i fornitori diventano specialisti locali che offrono prodotti dedicati.

Questo tipo di scelta affonda generalmente le proprie ragioni nelle seguenti motivazioni:

  • L’investimento richiesto dai fornitori più grandi non sempre è supportabile dai budget aziendali;
  • I providers più piccoli rispondono alle esigenze delle imprese in maniera più snella e meno onerosa;
  • La consapevolezza che un problema specifico presuppone la risposta di uno specialista e non di un prodotto generico;
  • La qualità dei servizi offerti dagli operatori più piccoli, non sono necessariamente qualitativamente inferiori rispetto a quello degli operatori più quotati;
  • I servizi HR gestiti in Cloud non “pesano” sui server aziendali in termini di spazio disco e velocità di elaborazione dati;

In merito a quest’ultimo punto, pensiamo ad esempio a quegli strumenti di valutazione delle competenze che sono diventati necessari anche per una media azienda che vuole ridurre i costi di gestione del personale e massimizzarne la resa. Parliamo di strumenti complessi, con algoritmi sofisticati, ovvero di big data analysis, una mole di informazioni talmente elevata da gestire che rallenterebbe la funzionalità generale del reparto informatico.  Impensabile poterli “ospitare” sui server aziendali, rendendo così necessario l’utilizzo di una piattaforma in Cloud.

Oltre a questo, dobbiamo riconoscere che molte funzioni di gestione HR stanno transitando sui mobile device, che, seguendoci in ogni momento, snelliscono tramite le App il lavoro della DRU. Anche in questo caso risulta palese l’onerosità di un collegamento con un server interno. L’utilizzo della rete diventa molto più snello, veloce ed economico.

Ma qual è la direzione verso cui si stanno muovendo le richieste di servizi in outsourcing? Le novità riguardano le piattaforme di gestione degli strumenti di compensation and benefit, che rispondono alle richieste di oggettività e trasparenza del personale, nella valutazione dei meriti e dei contributi. Ad esse si uniscono gli strumenti di gestione del welfare aziendale con strumenti dinamici e a disposizione del cliente interno e della DRU, che facilitino l’acquisizione e la fruizione di quelli che sono i servizi a risposta delle richieste bottom up che arrivano ai vertici aziendali e, come sappiamo, che vanno a sostituirsi sempre di più alla componente variabile della remunerazione del personale.

Vi sono molti fornitori che, avendo fiutato il business, si sono affacciati a questo mercato trascendendo i confini fisici del proprio Paese. Penso che questo sia ottimo, la competizione internazionale su costo del servizio in rapporto alla qualità, è uno dei motivi per cui le aziende dovrebbero usare il web per il proprio business. Tuttavia credo che in questo ci siano alcuni limiti. Uno fra tutti il service che, se non altro per una questione di fuso orario, non può prevedere una risposta immediata alle problematiche contingenti e specifiche.

server

L’esternalizzazione dei servizi di recruiting è un’altra delle tendenze già consolidate. Il ricorso ai servizi Cloud based per il reclutamento del personale è ormai di uso comune. A parere mio, però, se è indubbio che questo tipo di piattaforme offrano un numero considerevole di CV facendo risparmiare tempo alla DRU o al management della PMI, al contempo sono scevre della sensibilità del professionista che si occupa di erogare tale servizio e che risulta necessario e fondamentale per effettuare la scelta giusta.

Cominciamo a capire che, mentre per la valutazione della performance, l’analisi di big data e la gestione del welfare, i servizi in Cloud o web based possono essere considerati la risposta alle esigenze d’impresa, per quanto riguarda la scelta del candidato da assumere, fortunatamente per i professionisti delle risorse umane, esse sono solo un supporto.

Piero Vigutto

La tua opinione ci interessa. Ora puoi commentare l’articolo direttamente su questo blog o suggerirci gli argomenti che vuoi approfondire!

Se questo articolo ti è piaciuto allora vorrai leggere anche:

Azienda liquida

Il welfare aziendale

Risorse Umane, risorse di valore

Incentivi aziendali: Fringe Benefits e Perquisites

Gestione del personale in outosurcing

Valutazione del personale

Licenza Creative Commons

Leave a Reply

error: Il contenuto di questa pagina è protetto!